In primo piano - INFLUENZA AVIARIA AD ALTA PATOGENICITA'

02
mag
INFLUENZA AVIARIA AD ALTA PATOGENICITA'
Aviaria HPAI: misure prorogate fino al 30 giugno 2018.
La Direzione Generale della Sanità Animale ha prorogato le misure di riduzione del rischio e di biosicurezza.
Si continueranno ad applicare fino al 30 giugno prossimo le misure contenute nel Dispositivo Dirigenziale DGSAF n. 4122 del 19 febbraio 2018. La proroga è stata notificata ai Servizi Veterinari regionali dal Ministero della Salute che invita le Regioni più esposte a comunicare alla stessa DGSAF le aree ad elevato rischio individuate all’interno del proprio territorio.
Il Dispositivo del 19 febbraio 2018 ha stabilito misure di riduzione del rischio e di biosicurezza rafforzate nonché sistemi di individuazione precoce dei rischi di trasmissione al pollame, attraverso i volatili selvatici, dei virus dell'influenza aviaria ad alta patogenicità sul territorio nazionale. La sua proroga è motivata dal contesto epidemiologico europeo, dove sono state confermate ulteriori positività a virus influenzali ad alta patogenicità H5N6 nell’avifauna selvatica sia nella popolazione domestica.
La maggior parte dei focolai, confermati negli allevamenti di pollame, nel corso dell’epidemia dell’anno 2017 sono stati causati da un contatto diretto o indiretto con uccelli selvatici e che al momento non è possibile escludere il rischio di nuove introduzioni di virus nella popolazione domestica.
in allegato il Dispositivo Dirigenziale
2 maggio 2018

PARTNER AVA INFORMA

Spazio Pubblicitario Libero
TEZZA COPERTURE
TEZZA
METALCAR
SPEROTTO
VETTORELLO
SKA
ECOGAS